sabato 3 marzo 2012

Audio integrale dell'Udienza del 28 Febbraio




2 commenti:

  1. Intervengono i medici imputati: Flaminia Bruno, Luigi de Marchis Preite, Stefania Corbi ed Aldo Fierro.

    Seguito dai testimoni.

    Da Radio Radical (Creative Commons) http://www.radioradicale.it/scheda/346410/processo-per-la-morte-di-stefano-cucchi

    RispondiElimina
  2. La Corte di Assise ha disposto la super-perizia perchè finalmente vuole ricercare le cause della morte. E' l'unica strada per poter valutare le condotte di tutti gli imputati e di verificare se vi sono o meno colpevoli.
    E' una scelta giusta e ragionata perchè ci sono state ben otto perizie che hanno escluso ogni responsabilità dei medici e del personale sanitario. Il prossimo 9 Maggio i consulenti che saranno scelti giureranno e agli stessi sarà chiesto di rispondere ai quesiti che la Corte sottoporrà alle loro valutazioni.
    Finalmente anche i consulenti di parte dei medici potranno partecipare alle operazioni visto che sono stati esclusi dagli esami autoptici, dove hanno partecipato solo i consulenti della procura e della parte civile, con uno stratagemma usato dalla Procura, aprire un fascicolo contro ignoti, mentre i Pubblici Ministeri sapevano fin dall'inizio chi, secondo loro, erano i colpevoli.
    E' la solita bilancia della giustizia italiana che non è in equilibrio ma pende sempre dal lato della Procura. Procura che viene anche attaccata dalla parte civile che gli rinfaccia il mancato collegamento tra le botte e la morte. Ma questo vuol dire solo una cosa che per la Procura, ancora una volta e nonostante i risultati del giudizio e le conclusioni delle perizie depositate, unici e veri responsabili sono medici ed infermieri.
    La speranza, anzi la quasi certezza, è che la nuova super perizia ristabilisca la verità, perchè questa deve essere ricercata e trovata sin dal primo grado di giudizio e non, come è avvenuto nel processo di Perugia per la morte di Meredith e per il delitto di via Poma, solo in appello.
    W la giustizia, abbasso i processi sommari e dei media.

    RispondiElimina